Chef Giusy Di Castiglia per Hot Cooking Stones

Valorizzare il lavoro degli chef è una delle priorità del progetto HCS. Prima di portare un piatto a tavola, ci sono una serie di fasi e innumerevoli passaggi che uno chef compie : lo studio di una ricetta, la scelta degli ingredienti migliori, l’analisi dei tempi di cottura, il profilo estetico e il raggiungimento dell’equilibrio perfetto tra colori, sapori, odori e temperature. Insomma, ogni portata non è altro che un viaggio sensoriale, che inizia nel momento in cui lo chef acquista i prodotti e termina nel momento in cui tale piatto raggiunge il cliente al tavolo.

Affinchè questo viaggio sensoriale si realizzi nel migliore dei modi, lo chef si servirà non solo della propria preparazione professionale e degli ingredienti migliori, ma anche degli strumenti più agevoli e funzionali. Proprio gli strumenti utilizzati per il servizio, renderanno l’ultima tappa del viaggio, quella dalla cucina al tavolo, l’espressione migliore del lavoro ultimato. 

Dopo questa breve introduzione, il cui obiettivo era quello di rendere noto come una semplice portata, nasconda un ammirevole lavoro di preparazione, che va ben oltre il momento in cui il piatto viene preparato dopo l’ordinazione, ci dedichiamo ora, ad un viaggio culinario sensoriale, realizzato con la Chef Giusy Di Castiglia.

Chi è Giusy Di Castiglia?

Giusy Di Castiglia, classe 1997, ha iniziato il suo percorso nell’immenso mondo della cucina, più di dieci anni fa, quando era ancora una bambina. E’ uno di quei rari casi in cui la passione e l’ambizione si accendono molto prima di capire chi siamo davvero. Così Giusy, guidata dalla sua voce interiore e con la tenacia di una donna più grande di quello che sembra, ha inseguito il suo sogno: diventare una Chef. Oggi Giusy, a soli 24 anni, è Chef e responsabile della cucina di uno dei locali più rinomati del Capoluogo Campano, Napoli. @Lascottona_posillipo ha subito compreso il talento e la voglia di evoluzione e rivoluzione che alimenta ogni giorno il suo modo di lavorare.

Nella sua cucina si nota l’utilizzo di tecniche alternative come ad esempio il Sous-vide, il Reverse-searing e la marinatura a secco. I piatti dell’eclettica Chef Di Castiglia raccontano in chiave moderna le tradizioni del territorio campano e non solo. 

Il nostro viaggio 

Anche noi di Hot Cooking Stones, che camminiamo lateralmente e trasversalmente nel vivace, sconfinato, e sempre in movimento- mondo della cucina, siamo rimasti folgorati dal suo talento. Così le abbiamo proposto di creare un percorso sensoriale, dove le sue ricette venissero esaltate dalla nostra linea di taglieri per il servizio caldo- Hot Service. Dall’unione di un prodotto interamente Made in Italy, e il talento di Chef Di Castiglia,  è nato questo incredibile percorso culinario sensoriale.

Raccontare di cucina è impensabile senza coinvolgere i cinque sensi, pertanto ti  racconteremo questo viaggio attraverso le immagini, che da sole, grazie alla combinazione di talento e qualità, sapranno attivare anche gli altri sensi. Renditi partecipe di un’esperienza culinaria diversa dal solito, fatta di ricerca, passione, amore e voglia di rivoluzione.


Costata di vacca spagnola
Arrosto accompagnata da peperoni gialli e rossi profumati al timo con mostarda alla soia e carota aromatizzata allo zenzero.


Filetto al pepe verde
Grigliato servita su demiglass di fondo Bruno con crema di barbabietola e mousse di Mozzarella di Bufala guarnita con julienne di zucchine e frutti di bosco.


Filetto di Maialino
cotto a bassa temperatura con pancetta croccante con salsa acida e crema di rabarbaro impiattato su pietra lavica a 70° con julienne di carota e valeriana.

Filetto di Scottona affumicato al legno di faggio e ciliegio con cicoria e lamponi.